Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Base di tabacco per aromatizzati fai da te

  1. #1
    Da Firenze con vapore L'avatar di HAKERETTO
    Iscritto dal
    Oct 2016
    Località
    Firenze
    Età
    55
    Messaggi
    383
    Menzionato
    44 Post(s)
    Taggato
    0 Thread(s)
    Grazie Hai ringraziato 
    98
    Grazie Sei stato ringraziato 
    365
    Su nr post
    195 Post

    Base di tabacco per aromatizzati fai da te

    Ciao a tutti,

    da qualche tempo mi sto dedicando a creare una base di macerato/estratto di tabacco che abbia le caratteristiche utili ad essere aromatizzata con frutta e/o crema alla stregua sigari e/o miscele da pipa.
    Mi rendo conto che l'argomento è interessante solo per chi svapa tabacchi organici e/o ha reminescenze di svapo lento analogico.
    Quello che cerco può essere ottenuto con aromi industriali dei nostri produttori preferiti oppure, come nel mio caso, utilizzando estratti "cantinari".

    L'idea di fondo è quella di non trovare cloni di aromi già in commercio ma percorrere il solco del filone di pensiero dello svapo lento, da meditazione, da degustazione.
    Utilizzo basi 50/50 senza nicotina su Dvarw mtl e Le Zephyr. Due atom che tendono a seccare molto.
    All'inizio ho pensato che creare un black Cavendisk potesse risolvere la questione ma non avevo fatto i conti con le pecularietà dei miei atom e quindi mi sono messo alla ricerca.
    Per le mie prove utilizzo aromi LT perchè sono agita e svapa e quindi posso evitare la maturazione dei singoli componenti.Niente vieta di utilizzare prodotti di altre marche, personalmente non ne ho perchè non mi piace aspettare mesi

    Il mio primo progetto vuole creare una base di tabacco per l'amarena ma non ho trovato nessun aroma che mi piacesse e quindi ho ripiegato sui frutti rossi.
    Dovrà essere un sigaro stile Havana con un sentore di frutti rossi.Il tabacco Havana estratto in purezza è troppo erbaceo, almeno quello che ho fatto io, e quindi ho pensato che un matafina, diluito in un burley (più secco di un virginia) potesse sostituirlo. Il latakia dovrebbe dare il sottofondo di fumoso e incenso. I frutti rossi la componente aromatica resiliente.

    Per creare la mia base di tabacco ho utilizzato 3 aromi singoli miscelati in proporzioni diverse e poi uniti insieme come segue:
    Latakia al 5%Mata fina al 9%Burley al 9%Frutti rossi ricavati da un thè ai frutti rossi estratto a caldo dal sottoscritto, percentuale non significativa.
    4 ore di miscelatore magnetico per amalgamare gli aromi e dopo 2 giorni di riposo ho iniziato a creare mix con batch di 9ml per volta in proporzioni variabili e ho trovato un buon compromesso, nel senso che mi soddisfa, con le seguenti proporzioni:
    Latakia 1,5ml
    MataFina 2,0ml
    Burley 4,0ml
    Frutti rossi 1,5mlIn totale sono 9,0ml.

    Mi ha incoraggiato il fatto che ho fatto provare la base di tabacco a due amici svapatori ai quali è piaciuta.

    Il prossimo passo sarà quello di sostituire gli aromi commerciali con tabacchi estratti in proprio ma lo scopo di questo lungo post è di verificare se anche altri hanno interesse a condividere uno scambio di pareri su questo argomento.

    Visto che dopodomani è Natale approfitto per fare gli auguri a tutti, miscredenti compresi...

    "Fatti non foste per viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza" Dante Alighieri

  2. I seguenti 5 Utenti, ringraziano HAKERETTO per questo interessante Post:

    Arnzanch (24-12-2018), dirkpitt61 (23-12-2018), laigonz (02-01-2019), ninok0 (24-12-2018), pegaso (23-12-2018)

  3. #2
    E-xtreme in tutto o quasi L'avatar di Arnzanch
    Iscritto dal
    Oct 2012
    Località
    Osio sopra (BG)
    Età
    56
    Messaggi
    1,301
    Menzionato
    41 Post(s)
    Taggato
    0 Thread(s)
    Grazie Hai ringraziato 
    272
    Grazie Sei stato ringraziato 
    623
    Su nr post
    247 Post

    Re: Base di tabacco per aromatizzati fai da te

    Citazione Originariamente Scritto da HAKERETTO Visualizza Messaggio
    Ciao a tutti,

    da qualche tempo mi sto dedicando a creare una base di macerato/estratto di tabacco che abbia le caratteristiche utili ad essere aromatizzata con frutta e/o crema alla stregua sigari e/o miscele da pipa.
    Mi rendo conto che l'argomento è interessante solo per chi svapa tabacchi organici e/o ha reminescenze di svapo lento analogico.
    Quello che cerco può essere ottenuto con aromi industriali dei nostri produttori preferiti oppure, come nel mio caso, utilizzando estratti "cantinari".

    L'idea di fondo è quella di non trovare cloni di aromi già in commercio ma percorrere il solco del filone di pensiero dello svapo lento, da meditazione, da degustazione.
    Utilizzo basi 50/50 senza nicotina su Dvarw mtl e Le Zephyr. Due atom che tendono a seccare molto.
    All'inizio ho pensato che creare un black Cavendisk potesse risolvere la questione ma non avevo fatto i conti con le pecularietà dei miei atom e quindi mi sono messo alla ricerca.
    Per le mie prove utilizzo aromi LT perchè sono agita e svapa e quindi posso evitare la maturazione dei singoli componenti.Niente vieta di utilizzare prodotti di altre marche, personalmente non ne ho perchè non mi piace aspettare mesi

    Il mio primo progetto vuole creare una base di tabacco per l'amarena ma non ho trovato nessun aroma che mi piacesse e quindi ho ripiegato sui frutti rossi.
    Dovrà essere un sigaro stile Havana con un sentore di frutti rossi.Il tabacco Havana estratto in purezza è troppo erbaceo, almeno quello che ho fatto io, e quindi ho pensato che un matafina, diluito in un burley (più secco di un virginia) potesse sostituirlo. Il latakia dovrebbe dare il sottofondo di fumoso e incenso. I frutti rossi la componente aromatica resiliente.

    Per creare la mia base di tabacco ho utilizzato 3 aromi singoli miscelati in proporzioni diverse e poi uniti insieme come segue:
    Latakia al 5%Mata fina al 9%Burley al 9%Frutti rossi ricavati da un thè ai frutti rossi estratto a caldo dal sottoscritto, percentuale non significativa.
    4 ore di miscelatore magnetico per amalgamare gli aromi e dopo 2 giorni di riposo ho iniziato a creare mix con batch di 9ml per volta in proporzioni variabili e ho trovato un buon compromesso, nel senso che mi soddisfa, con le seguenti proporzioni:
    Latakia 1,5ml
    MataFina 2,0ml
    Burley 4,0ml
    Frutti rossi 1,5mlIn totale sono 9,0ml.

    Mi ha incoraggiato il fatto che ho fatto provare la base di tabacco a due amici svapatori ai quali è piaciuta.

    Il prossimo passo sarà quello di sostituire gli aromi commerciali con tabacchi estratti in proprio ma lo scopo di questo lungo post è di verificare se anche altri hanno interesse a condividere uno scambio di pareri su questo argomento.

    Visto che dopodomani è Natale approfitto per fare gli auguri a tutti, miscredenti compresi...

    Percorrere il solco del filone di pensiero dello svapo lento, da meditazione, da degustazione...percorso estremamente interessante che volentieri percorrerò seguendo l'idea che hai lanciato con questo post. Io non sono in grado di produrre estratti cantinari ma mi devo accontentare di produzioni industriali ma trovo intrigante miscelare tabacchi con altri aromi per ottenere delle misture appaganti.
    Grazie per gli Auguri che ricambio con amicizia

  4. #3
    E-xtreme in tutto o quasi L'avatar di Arnzanch
    Iscritto dal
    Oct 2012
    Località
    Osio sopra (BG)
    Età
    56
    Messaggi
    1,301
    Menzionato
    41 Post(s)
    Taggato
    0 Thread(s)
    Grazie Hai ringraziato 
    272
    Grazie Sei stato ringraziato 
    623
    Su nr post
    247 Post

    Re: Base di tabacco per aromatizzati fai da te

    @HAKERETTO avrei bisogno del tuo aiuto. Allora sin da quando ero bambino vedevo mia madre preparare liquori con radici di genziana. Se non ricordo male usava vino bianco, radici di genziana sminuzzate e forse chiodi di garofano. Il tutto lo metteva in un grosso vaso di vetro che copriva con uno straccio e lasciava macerare non mi ricordo quanto ma sicuramente più di un mese. Successivamente filtrava e aggiungeva in dosi che non conosco zucchero e alcool buongusto. Se non erro filtrava ancora e riempiva le bottiglie che poi restavano in cantina per un tempo abbastanza lungo prima di berle. Siccome il gusto della genziana io lo trovo molto buono pensavo di preparare un liquido partendo da una base tabaccosa con oriental e virginia (cremoso e dolce) che teoricamente dovrebbe contrastare il gusto forte e amarognolo della genziana. Ovviamente preparo il macerato come descritto nella prima fase ovvero spezzoni di radici in vino bianco.
    Il problema è la percentuale così a naso io farei 50% virginia - 40% oriental - 10% infuso di genziana.
    Cosa ne pensi

  5. #4
    Da Firenze con vapore L'avatar di HAKERETTO
    Iscritto dal
    Oct 2016
    Località
    Firenze
    Età
    55
    Messaggi
    383
    Menzionato
    44 Post(s)
    Taggato
    0 Thread(s)
    Grazie Hai ringraziato 
    98
    Grazie Sei stato ringraziato 
    365
    Su nr post
    195 Post

    Re: Base di tabacco per aromatizzati fai da te

    Citazione Originariamente Scritto da Arnzanch Visualizza Messaggio
    @HAKERETTO avrei bisogno del tuo aiuto. Allora sin da quando ero bambino vedevo mia madre preparare liquori con radici di genziana. Se non ricordo male usava vino bianco, radici di genziana sminuzzate e forse chiodi di garofano. Il tutto lo metteva in un grosso vaso di vetro che copriva con uno straccio e lasciava macerare non mi ricordo quanto ma sicuramente più di un mese. Successivamente filtrava e aggiungeva in dosi che non conosco zucchero e alcool buongusto. Se non erro filtrava ancora e riempiva le bottiglie che poi restavano in cantina per un tempo abbastanza lungo prima di berle. Siccome il gusto della genziana io lo trovo molto buono pensavo di preparare un liquido partendo da una base tabaccosa con oriental e virginia (cremoso e dolce) che teoricamente dovrebbe contrastare il gusto forte e amarognolo della genziana. Ovviamente preparo il macerato come descritto nella prima fase ovvero spezzoni di radici in vino bianco.
    Il problema è la percentuale così a naso io farei 50% virginia - 40% oriental - 10% infuso di genziana.
    Cosa ne pensi
    Virginia e oriental... Il virginia è dolce e zuccherino, l'oriental più robusto e, nelle varianti izmir o basma, anche speziato.
    Se devi bilanciare il gusto amarognolo aumenterei la percentuale di virginia.
    Nei miei intrugli utilizzo la proporzione 70%virginia e 30%oriental.
    Nel tuo caso prenderei in esame la sostituzione dell'oriental con il burley meno speziato ma più secco che potrebbe stemperare il dolce del virginia.

    Una variante da non sottovalutare è anche la marca del produttore degli aromi di base: LT o VC o Vaporificio, etc... sono sensorialmente diversi ma tutti altrettanto validi.
    Personalmente, per le prove, uso LT per la mia proverbiale pigrizia e poca pazienza nell'aspettare che gli aromi siano pronti ma, per fortuna, non tutti la pensano come me.
    In verità ho una nutrita scorta di aromi autoprodotti e per le versioni definitive utilizzo questi: grande soddisfazione!

    L'infuso di genziana puoi estrarlo direttamente con l'acool alimentare oppure, ancora meglio, con la grappa a 82gradi (che preferisco di gran lunga...). Nei paesi nordici, dove è vietata la vendita dell'alcool alimentare, utilizzano la vodka: raddoppi i tempi di estrazione ma ottieni comunque un buon risultato.
    Il vino, per la bassa percentuale di alcool (che rappresenta la componente di solvente degli aromi) ha una bassa efficacia e tempi di macerazione molto lunghi. E' anche vero che ottieni un aroma di genziana più morbido (o blando).
    Dalla letteratura scientifica si può dire che il tempo necessario ad estrarre un aroma in solvente alimentare (tipo alcool buongusto a 96gradi) è di 21 giorni. Il prof. Naviglio (l'inventore dell'estrattore Naviglio) sconsiglia di prolungare la macerazione oltre i 21 giorni perché non si ottiene un risultato migliore.
    Devi successivamente eliminare il solvente e uno dei sistemi più efficaci è per evaporazione. L'alcool ha una temperatura di evaporazione molto bassa. Di questi tempi i termosifoni accesi sono un valido alleato...
    Successivamente diluire la concreta in PG per ottenere l'aroma da utilizzare.
    Se posso permettermi un consiglio ti invito a leggere il secondo libro di Alkemikosvapo (http://www.alkemikosvapo.com/?downlo...i-vapore-2.pdf) dove illustra la tecnica di estrazione a freddo degli aromi dalle matrici vegetali. E' semplice, esaustivo e ricco di spunti interessanti.
    Da leggere con particolare attenzione è la parte dedicata al filtraggio del macerato, forse la più importante.
    Ricordiamoci inoltre che gli zuccheri sono i responsabili delle coil caramellate e pertanto da ridurre al minimo, per quanto possibile.

    ti servono filtri, beute, solventi, pazienza e tenacia...benvenuto nel mondo degli alchimisti anonimi!

    "Fatti non foste per viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza" Dante Alighieri

  6. Il seguente utente ringrazia HAKERETTO per questo interessante Post:

    Arnzanch (02-01-2019)

  7. #5
    luca73 L'avatar di laigonz
    Iscritto dal
    May 2014
    Località
    taranto
    Età
    45
    Messaggi
    434
    Menzionato
    23 Post(s)
    Taggato
    0 Thread(s)
    Grazie Hai ringraziato 
    444
    Grazie Sei stato ringraziato 
    168
    Su nr post
    135 Post

    Re: Base di tabacco per aromatizzati fai da te

    il discorso è molto interessante, da amante delle fumate non posso che condividere..pultroppo estrarre non fa per me, ci ho provato ma sono frettoloso e divido gli spazi con un'altra inquilina prepotente..però ne ho presi da ottimi cantinari, adesso meno perchè svapo neutro...pultroppo come l'aroma della fumata della pipa ce ne passa, sia perchè realmente assapori i vari aromi in quanto lo tieni in bocca tutto il tempo, sia per un retrogusto amarognolo dato dal fumo proveniente dal camino ecc.. ma ciò non toglie che si possano raggiungere alti livelli di aromatizzazione...


    se mi manca accendere una sigaretta

  8. #6
    E-xtreme in tutto o quasi L'avatar di Arnzanch
    Iscritto dal
    Oct 2012
    Località
    Osio sopra (BG)
    Età
    56
    Messaggi
    1,301
    Menzionato
    41 Post(s)
    Taggato
    0 Thread(s)
    Grazie Hai ringraziato 
    272
    Grazie Sei stato ringraziato 
    623
    Su nr post
    247 Post

    Re: Base di tabacco per aromatizzati fai da te

    Grazie mille @HAKERETTO ho già scaricato il file PDF di Alkemikosvapo, molto interessante. Ho ancora tre giorni di ferie e penso proprio che comincerò a organizzarmi il laboratorio...immagino già i ca**e**oni di mia moglie quando vedrà spuntare beute o quant'altro sui termosifoni.......

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Discussioni Simili

  1. Aromi tabacco fai da te
    Di fabio2765 nel forum Discussioni generiche sui Liquidi
    Risposte: 45
    Ultimo Messaggio: 24-09-2014, 08:58
  2. Tabacco da dripping!!
    Di mascian nel forum Discussioni generiche sui Liquidi
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 06-10-2013, 20:01
  3. Estratto di Tabacco
    Di neovaper nel forum Discussioni generiche sui Liquidi
    Risposte: 22
    Ultimo Messaggio: 11-09-2013, 12:19
  4. Base Inawera vs base Flavourart, sono uguali?
    Di Tunde nel forum Discussioni generiche sui Liquidi
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 22-06-2013, 07:48
  5. Olio di Tabacco?
    Di ZIO nel forum Discussioni generiche sui Liquidi
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 04-02-2012, 11:35

Tag per Questa Discussione

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •